domenica 15 gennaio 2017

Gennaio nevaio



Inverno.


Come un vecchio ciocco
a Paolo

Come un vecchio ciocco
che brucia nel camino
faccio braci e faville
e scaldo, da vicino.

Vieni nipote giovane
a scaldarti le mani
Chissà se mi ritrovi
acceso anche domani.

Mi chiedesti una volta
delle faville d'oro
se andavano nel cielo
dove prendevan volo.

No, non se ne vanno
restano attorno vive
Ti guarderanno uomo
sorridenti e furtive.

******************************************************************
Paolo è mio nipote, ha vent'anni.
Il fuoco è quello di casa.

13 commenti:

  1. Un Nonno come Te che sa trasmettere tanto Amore il Cucciolo di Famiglia non lo dimenticherà. Bellissimo camino. Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla. Brutta invernata...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Magari. Sono agli arresti domiciliari per flebite ed altri guai dal 23 Dicembre. Meno male ho gatta Danny con me. Il camino, il fuoco, nostalgia e ricordi...

      Elimina
  3. Caro Paolo, anche mio papà è agli arresti domiciliari, cioè in casa mia, da tre giorni, ma spero che decida di restare con noi...Ti auguro di rimetterti presto in salute. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Riyu. Coccolati il vecchio, facciamo i saggi vecchi ma siamo fragili come le stalattiti di ghiaccio di questo bell'inverno ( visto dalla panca del camino....)

      Elimina
  4. Ciao Paolo,una bellissima dedica,segno che la testa c'è e la flebite passerà.
    Un abbraccio,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fulvio. Ti leggo solo oggi; la flebite è quasi passata ma è ndal 23 Dicembre che non esco...Ti penso sottovento in barca, beato te...

      Elimina
  5. Carissimo ti avevo lasciato un commento settimana scorsa ma qui non appare.. se lo sarà mangiato lo spam.
    Cmq.
    Spero che con il passar del tempo il fisico ti sorregga per poter ritornare indipendente, un forte abbraccio e un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Pie, bacione anche io...ho qualche rimorso, sui commenti da te tendo a scivolare sul pecoreccio...la materia è scivolosa! Magari cancellali dopo letti...

      Elimina
    2. vai tranquillo al massimo edulchero certe parole ; )
      un bacione

      Elimina
  6. sì Paolo, un inverno orribile tra freddo, infuenze che non passano e le notizie di chi non solo non ha il camino ma neanche la casa. Aspettiamo (come sempre) un principio di primavera. Salutone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie giovanotta. E' davvero un inverno buio e ostile, e non parlo solo del clima. Aspettiamo " ...maggio e il gonfalon selvaggio"

      Elimina